Fumetti

Published on marzo 9th, 2017 | by Carla De Felice

0

Dressing

Michael DeForge, fumettista canadese classe 1987, fino allo scorso anno era un nome pressoché sconosciuto nel nostro paese. Eppure l’artista d’oltreoceano è considerato uno dei più interessanti del panorama indipendente mondiale e non solo. Oltre all’attività di autore, DeForge lavora ad esempio anche per la famosissima Cartoon Network,  ed è il designer nientepopodimeno che di Adventure Time, una delle serie animate più pazze e amate degli ultimi anni.

Per fortuna, a colmare questa lacuna, ci hanno pensato gli altrettanto pazzi editori (in senso buono, ovvio) di Eris Edizioni, che l’anno scorso hanno pubblicato con la traduzione di Valerio Stivè quel super mega fumetto che è Dressing, una raccolta multicolore dalla copertina rosa shocking di 14 storie, folle e psichedelica, capace di spiazzare qualsiasi lettore e proiettarlo in universi e mondi paralleli, e al tempo stesso di disturbarlo, affascinarlo, turbarlo, rapirlo e moltissimo altro ancora. Tutto questo in sole 120 pagine.

Possibile? Vi chiederete voi. 
Assolutamente sì, rispondo io.

Scrivere una recensione “tradizionale” per un fumetto del genere è dura, ci ho riflettuto a lungo, e alla fine sono giunta alla conclusione che non ne sono capace. Ho scelto allora una strada alternativa, più ggiovane e cool, raccontandovi i motivi per cui, secondo me, bisogna innamorarsi alla follia (in senso artistico, naturalmente) di Michael DeForge e leggere assolutamente il suo Dressing.

1) Michael DeForge è un artista come pochi, sia per l’incredibile talento, sia per la sua capacità di lavorare per la televisione e i grandi brand senza compromettere né trascurare la sua attività di fumettista indipendente, sempre proficua e costante. In un’epoca in cui tutti “alla fine tutti si vendono prima o poi”, mantenere una linea di coerenza è un qualcosa da apprezzare ed esaltare, per cui

2) DeForge è un genio visionario che vede ben oltre noi comuni mortali, ma questo non devo spiegarvelo io, basta dare un’occhiata anche solo a una tavola per rendersene conto.

3) A tal proposito, vi consiglio di cominciarlo a seguire su Instagram e sui vari social per un po’. Vi trasformerete in poco tempo in stalker seriali e comincerete a vedere del genio dappertutto, anche nella foto di una pianta.

 

Un post condiviso da Michael DeForge (@michael.deforge) in data:

4) Poiché forse non aveva abbastanza da fare, ha anche fondato una punk band, si chiamano Creep Higway e sono davvero dei folli (ma dai!)

5) Nel suo stile artistico è riuscito a fondere tradizione, sperimentazione e modernità, con un tratto minimale e complesso allo stesso tempo, vario ma sempre in qualche modo riconoscibile. Resterete a bocca aperta in più occasioni.

6) Dressing contiene tante storie, tutte diverse sia per lunghezza che per lo stile adottato. Alcune in bianco e nero, altre a colori, senza un apparente leit motiv o tema che le unisca. Ma siamo sicuri che ce ne sia davvero bisogno?

7) Quello di cui non avrete bisogno invece sarà spendere soldi in alcool e droghe, ogni storia è un trip diverso, allucinazione pura, e una volta finito potrete ricominciarlo daccapo ogni volta che volete. L’effetto non sarà mai lo stesso.

8) Nelle sue storie ci sono forme di vita di varia natura che si muovono in un equilibrio impossibile per tutti, ma lui è Michael DeForge, lui può.

9) I vari personaggi non hanno alcun controllo su quello che gli accade, sulle loro azioni, e lo stesso si può dire per il lettore con le sue sensazioni. Quindi intraprendete questo viaggio senza troppe domande e lasciatevi trasportare da quel genio visionario di Michael DeForge. 

Carla De Felice

L’articolo è inserito nel circuito dell’#indiebbbcafè, dedicato a Eris Edizioni per il mese di marzo. 

Dressing Carla De Felice

Summary:

5

Voto


Tags: , , , , , ,


About the Author

L’unico vero realista è il visionario.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su Instagram

  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • Consigli per gli acquisti:


  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni