Fumetti anna magnani beccogiallo

Published on maggio 4th, 2017 | by Simona Di Rosa

0

Anna Magnani – la biografia a fumetti

anna magnani beccogiallo

Rachele Morris e Marcella Onzo, Anna Magnani, Edizioni Becco Giallo.

“Come nasce il talento? È una dote innata, indipendente dalla propria volontà, o è qualcosa che possono sviluppare tutti? Si nasce artisti? O forse, meglio, è una concomitanza di predisposizioni personali e fattori ambientali?”

Si apre così il libro di Rachele Morris e Marcella Onzo, due giovani artiste della provincia di Napoli che con la biografia di Anna Magnani segnano il loro esordio nel mondo del romanzo grafico. Il volume, edito da BeccoGiallo, è disponibile a partire da oggi in libreria, ed è scritto e disegnato a quattro mani dalle due autrici.

Rachele Morris e Marcella Onzo, alla loro prima prova con una storia di ampio respiro, si dimostrano all’altezza di questo compito, confezionando una storia che non scade mai nella banale elencazione degli eventi, ma che ci offre un ritratto complesso, sfaccettato e tridimensionale della protagonista.

anna magnani beccogiallo

Il libro si articola come una lunga intervista alla Magnani, rilasciata prima della consegna dell’Oscar, che ripercorre le tappe fondamentali della sua carriera: gli esordi con il varietà, il ruolo indimenticabile in Roma città aperta, la rivalità con Ingrid Bergman, e infine La rosa tatuata che le valse l’ambita statuetta, e la fama a livello mondiale. Se durante l’intervista il lavoro testuale di Morris e Onzo si riduce a riportare le parole dell’attrice e selezionare avvenimenti e discorsi, sono il prologo e l’epilogo a brillare per originalità e profondità: mentre cammina per le strade di una Roma resa superba dal tratto delle autrici, Anna sembra risentire sua nonna che le canta Reginella, una canzone classica napoletana.

L’assenza della figura materna nella crescita dell’attrice, e la compensazione di questa mancanza da parte della nonna e delle zie, diventano per le autrici il filo rosso che ci permette di comprendere il carattere della Magnani, mostrandoci una donna che ha imparato a fare a meno dell’affetto – non solo materno –, pur avendolo desiderato a lungo. Allo stesso tempo, dal punto di vista professionale esiste una continua discrasia tra la donna e l’attrice: è soltanto in poche, rare occasioni, che la vita e l’arte si uniscono indissolubilmente, come nella scena finale di Roma città aperta, in cui la Magnani afferma di aver vissuto quella scena, non di averla recitata.

anna magnani beccogialloLa complessità del personaggio e la sua evoluzione nel tempo vengono restituite non solo dalle parole della protagonista, ma soprattutto dal modo in cui le artiste la ritraggono nelle varie tappe della sua vita. Le autrici donano alle loro tavole un’espressività e una delicatezza inedita grazie al tratto fatto di poche, morbide linee. La scelta di utilizzare solo il bianco e nero si rivela vincente e permette al lettore di apprezzare maggiormente l’impeccabile lavoro grafico. Il livello del disegno si mantiene altissimo lungo tutto il volume, e continua anche oltre la storia: le illustrazioni che accompagnano la prefazione e i contenuti extra sono eccezionali, e dimostrano la grande abilità espressiva di Rachele Morris e Marcella Onzo – oltre all’abitudine di lavorare fianco a fianco – tanto da non permettere al lettore di distinguere tra le tavole disegnate dall’una o dall’altra.

anna magnani beccogialloUna menzione speciale va sia al lettering calligrafico che ai contenuti extra; questi ultimi, in particolare, chiariscono alcune parti della storia e offrono al lettore una biografia essenziale, una filmografia completa e i tributi con cui alcuni artisti hanno omaggiato la Magnani – si pensi alla canzone Anna verrà di Pino Daniele o alla poesia di Eduardo de Filippo, scritta poco tempo dopo la scomparsa dell’attrice.

Simona Di Rosa

Tags: , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su Instagram

  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • Consigli per gli acquisti:


  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni