Musica

Published on settembre 22nd, 2017 | by Francesco Papadia

0

Concrete and Gold

Avevamo lasciato i Foo Fighters alle prese con il bellissimo documentario Sonic Highways, lo scarsissimo disco Sonic Highways e Dave Grohl che durante un concerto cade e si rompe la gamba.

Quest’estate però, tra Thegiornalisti e Despacito, il singolo Run ha catturato l’attenzione di tutti per il video, come sempre spiritoso, e per il sound decisamente aggressivo.


 

Pochi giorni fa è uscito Concrete and Gold, nono album di Grohl e soci. Inutile dire che apprezzamenti ma soprattutto critiche sono piovuti immediatamente dopo. Principalmente per due motivi, l’interruzione della collaborazione con Butch Vig, che aveva prodotto gli ultimi due album, e la conseguente scelta del produttore iperpop Greg Kurstin (Adele e Sia sono tra le sue ultime produzioni). Il vero putiferio si è scatenato quando Grohl nelle interviste a ridosso del lancio ha messo le parole Slayer e Pet Sounds nella stessa frase.

Al primo ascolto si viene accolti a casa Foo Fighters: forti influenze blues, lo stile inconfondibile, due bei singoloni, il già citato Run e The sky is a Neighborhood.
A un ascolto più attento, invece, si riconoscono sonorità che ricordano Beatles e Beach Boys, specialmente nella seconda parte del disco.
Concrete and gold vanta ancora più collaborazioni rispetto a Sonic Highways, da Justin Timberlake ad Alison Mosshart (The Kills) passando per Inara George (The Bird and the Bee) fino a Sir Paul McCartney. Collaborazioni che però sono nascoste nei cori, nella sezione degli archi o alla batteria.
È proprio Sunday Rain la canzone che vede Paul McCartney alla batteria e che risente dell’influenza dei Fab Four, mentre Dirty Water e The sky is a Neighborhood sono canzoni scritte per piacere a Brian Wilson, per le armonie vocali la prima e per la quantità di strumenti suonati la seconda.

I Foo Fighters hanno una formula consolidata che gli permette di giocare, provare nuove soluzioni (sempre in una zona sicura), di piacere a moltissimi e di non piacere ad altrettanti. Concrete and Gold è un disco solido, con belle canzoni che dimostrano avere alle spalle una ricerca di suoni citazionista ma meno di pancia, rispetto a Sonic Highways, e per questo molto credibile.

Francesco Papadia

 

 

Tracklist:

1.T-Shirt
2.Run
3.Make It Right
4.The Sky Is a Neighborhood
5.La Dee Da
6.Dirty Water
7.Arrows
8.Happy Ever After (Zero Hour)
9.Sunday Rain
10.The Line
11.Concrete and Gold

 

Concrete and Gold Francesco Papadia

Summary:

3.5

Voto


Tags: , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su Instagram

  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • Consigli per gli acquisti:


  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni