Libri

Published on ottobre 31st, 2017 | by Fabio D'Angelo

0

Grandi momenti

Franz Krauspenhaar, Grandi momenti, Neo. Edizioni, una banda di cefali, recensione

Franz Krauspenhaar, Grandi momenti, Neo Edizioni. Prezzo: € 11.05. Pagine: 160

“Che colpa ne ho, se il cuore è uno zingaro e va, e va…” cantava Nicola Di Bari. E aveva ragione. Perché senza scomodare il cardiologo di fiducia o citare importanti ricerche scientifiche, già da un’approfondita analisi dei testi delle canzoni nazionalpopolari, emerge una semplice verità:  l’amore, con tutte le sue sfumature, è la causa principale delle patologie cardiovascolari.

Così, il cuore legato da uno stretto rapporto a base di rima baciata con l’amore, a seconda dei casi e dell’intensità delle emozioni – odio, gelosia, vergogna, rabbia, paura, tristezza – può essere un metronomo della nostra vita – matto, ingrato, in tempesta o spaccato perché, come nel caso di Little Tony, trafitto da una spada.

Questa è la vita, bellezza, e tu non puoi farci niente, o per dirla come quel filosofo troppo poco considerato di Tonino Carotone: è un mondo difficile, vita intensa, felicità a momenti e futuro incerto.

E questo, suo malgrado, lo ha capito bene Franco Scelsit, protagonista di Grandi momenti, romanzo di Franz Krauspenhaar pubblicato da Neo Edizioni.

“Quello che ho avuto dalla vita, in fondo, non me lo sono meritato, né in positivo né in negativo. Mi sono preso morti di cari, depressioni, un infarto, disamori, tante donne e nessuna.”

Scelsit è uno scrittore milanese che a cinquant’anni, dopo essere scampato a un infarto, durante la riabilitazione si trova a fare i conti con il bilancio della propria esistenza, caratterizzata dalla difficile coesistenza quotidiana tra l’aspirazione a scrivere un romanzo capolavoro capace di fargli guadagnare il giusto successo di scrittore, e la dura realtà rappresentata dal poliziotto Stan Dolero, protagonista di quattro gialli da ombrellone che lui scrive per campare con lo pseudonimo di Rodolfo Simonetti per  un editore “da autogrill”.

 “e dunque il contatto con Santiloni fu guaritorio, nel senso che divenni un uomo ricco, cioè che col proprio lavoro ci campava e benissimo, e certe frustrazioni più o meno svanirono. Anche se si istituì in me una frustrazione nuova, quella dello scrittore che col proprio nome non riesce a farsi strada, mentre vince e convince con un’altra identità, nemmeno fosse il figlio illegittimo fortunato di se stesso.”

A cui si aggiunge una complicata convivenza familiare con una madre anziana fin troppo opprimente, che lui chiama “il colonnello“, e  un fratello indolente, bloccato dalle sue insicurezze.

“Guarda me: non combino nulla di sostanziale. Dipingo questo quadro da quattro mesi. Non riesco a finirlo. Come se ne avessi paura. Faccio un sacco di lavoretti del cazzo a quarantasei anni, comprese le interviste demoscopiche e le valutazioni danni per un assicuratore di merda. Non scopo da almeno un anno. Perché é non me ne frega niente. Mi è passata la voglia.”

E un rapporto irrisolto con il padre che lui vede reincarnarsi in una lepre durante una delle sue scorribande notturne “a guidare come un pazzo a fari spenti nella notte, per vedere se poi è tanto difficile morire” a oltre 240 all’ora sulla sua Jaguar E Type del ’67, acquistata grazie al successo del poliziotto Stan Dolero.

Elemento di fuga dalla quotidianità, le “cardiopizze”. Momenti di pericolosa trasgressione a base di birra e sigarette, che una stravagante comitiva di infartuati si concede durante la riabilitazione.

In Grandi momenti  Franz Krauspenhaar con una scrittura nevrotica dosa con cura un violento sarcasmo, rabbia e un lirismo poetico, come a voler ricercare una terapia antalgica contro la corazza di dolore che talvolta è la vita. Come l’esistenza ciancicata di Franco Scelsit, un eroe moderno difficile da dimenticare.

Fabio D’Angelo

Grandi momenti Fabio D'Angelo

Summary:

4

Voto:


Tags: , , ,


About the Author

è uno splendido trentenne che vive a Casalnuovo di Napoli e, avendo poche esigenze, se la passa moderatamente bene.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su Instagram

  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • Consigli per gli acquisti:


  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni