Fumetti

Published on Set 7th, 2017 | by Carla De Felice

4

Supersorda

Per motivi ancora ignoti, la sordità è un argomento pressoché sconosciuto nella cultura contemporanea. Pensateci bene, ma se qualcuno vi chiedesse di elencare film o libri che affrontano l’argomento, solo pochi riuscirebbero a dirne qualcuno immediatamente. Non a caso la dimensione delle persone sorde è per (la maggior parte di) noi totalmente sconosciuta. Basta imbatterci per la prima volta in persone con problemi di udito, per entrare subito nel pallone. Ma capisce? Devo parlare più piano? Devo gesticolare di più?

Cece Bell, Supersorda! Piemme 2017, pp. 256

Ecco perché il graphic novel Supersorda dell’americana Cece Bell, pubblicato in Italia con la traduzione di Elena Orlandi da Piemme nella collana Battello a Vapore, è un prezioso e validissimo contributo per colmare una grave lacuna di natura sociale e culturale. E d’ora in poi sarà anche il primo che elencherete quando vi troverete nella situazione sopracitata.

Supersorda è un graphic novel autobiografico dove l’autrice racconta la sua storia affrontando un tema delicato come la sordità (infantile) con dolcezza, tatto e autoironia. A quattro anni, in seguito a una meningite, la protagonista perde improvvisamente l’udito. Il suo mondo cambia in maniera radicale. Cambia il rapporto con gli altri e con sé stessa, cambiano le sue abitudini, il suo stile di vita. I suoi genitori però non si perdono d’animo e visita dopo visita trovano una soluzione: l’apparecchio acustico.  Negli anni Settanta, però, l’apparecchio è ingombrante, poco discreto e molto appariscente, e ha il nome di un superpotere: Orecchio Fonico. Una scatola appesa al collo impossibile da nascondere, con le cuffiette da indossare nelle orecchie che la trasforma agli occhi dei suoi coetanei nella “bambina con i fili nelle orecchie”. Perciò Cece si sente ancora più diversa, ha paura di essere presa in giro e derisa e fa di tutto per farsi nuovi amici e condurre una vita normale. Poi scoprirà che l’orecchio fonico potrà diventare un alleato potente, trasformandola in una vera supereroina: Supersorda, capace di sentire cose che nessun altro compagno capta. Con questi nuovi superpoteri, la piccola è pronta a prendere in mano le redini della sua vita, a vendicare i deboli e farsi nuovi amici.

In questo graphic novel Cece Bell riesce a trasformare uno svantaggio fisico in un superpotere di cui andare fieri. Essere poco sicuri di sé, sentirsi diversi dagli altri, soprattutto da bambini, porta spesso a isolarsi dal mondo, soprattutto quando si percepisce che gli altri non riescono a comportarsi normalmente con te. Con estremo realismo (e tanta ironia) vengono descritte situazioni che spesso rendono impossibile la vita delle persone con un deficit uditivo: guardare la TV o ascoltare la musica, parlare con persone che pensano che serva urlare o sillabare lentamente. Eppure, nonostante le difficoltà, la piccola Cece cerca di uscire dalla “Bolla della solitudine” e vivere la sua vita come tutte le bambine della sua età.

Tutti i personaggi sono rappresentati metaforicamente come dei conigli, con le orecchie sempre bene in vista, che rendono ancora più visibile le cuffiette dell’orecchio fonico.

Se non vi avessi ancora convinti, vi dico che Supersorda è stato inserito tra i best seller del New York Times e ha vinto parecchi premi, tra cui un Eisner e un Newbery Honor (il premio della American Library Association per il miglior libro americano per ragazzi). Una lettura adatta a bambini e adulti di ogni età, che con ironia e dolcezza dà al lettore una lezione importante. Un graphic novel che parla delle difficoltà dell’essere sordi, ma anche della diversità e dell’importanza di sentirsi bene prima di tutto con sé stessi prima che con gli altri. Perché ognuno di noi può avere un super potere, basta soltanto trovarlo e crederci!

Carla De Felice

 

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2017/09/07/supersorda/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email
Supersorda Carla De Felice

Summary:

4


Tags: , , , ,


About the Author

L'unico vero realista è il visionario.



4 Responses to Supersorda

  1. Miriam says:

    ho una bambina che purtroppo è coinvolta e tu hai saputo raccontare in questa recensione un tema difficile con una delicatezza unica. Grazie!

    ps. ho ordinato subito il libro su amazon 🙂

    • Carla De Felice says:

      Grazie mille, poi mi farai sapere. Trovo questo libro di una delicatezza unica, sono felicissima ti sia piaciuta la mia recensione. Grazie ancora!

      • miriam says:

        Grazie a voi. Anzi no, visto che per colpa vostra sto svaligiando Amazon.
        Ho ordinato anche Parigi XXI e L’occupazione, due recensioni bellissime. Spero che i libri non tradiscano le aspettative. Nel caso chiedo a voi il rimborso, ok?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • #Repost @s_tribuzio with @get_repost・・・Di domenica si lavora pure colpiti dall'influenza.Il risultato sarà online per gli amici di @unabandadicefali: sul sito leggerete la recensione di Aquatlantic del maestro Carpinteri. Dopo trent'anni torna a raccontare una storia a fumetti e con la solita potenza grafica vista negli anni del collettivo artistico Valvoline!
    • Un nuovo #streetcefalo panoramico #unabandadicefali #stickers #igerslondon #westminsterabbey
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy