Libri Billy Argo

Published on Novembre 20th, 2018 | by Fabio D'Angelo

2

Billy Argo: Il ragazzo detective fallisce

Billy Argo

Billy Argo – il ragazzo detective fallisce, Joe Meno, Pidgin Edizioni

Per noi che amiamo la Sciarelli

Se siete di quelli che conoscono a memoria le strade di Monaco di Baviera grazie ai casi risolti dall’ispettore Derrick, se non vi lanciate in gesti apotropaici quando incrociate facendo zapping La Signora in Giallo, se Don Matteo “ma anche no”, però in compenso il mercoledì accampate qualunque tipo di scusa per saltare la partita a calcetto con gli amici e restare a casa a vedere Chi l’ha visto? allora Billy Argo: il ragazzo detective fallisce di Joe Meno, (Pidgin Edizioni), è il libro che fa per voi. 

 

Gentile lettrice o lettore, ricapitoliamo tutta la storia finora, nel caso l’avessi dimenticata. Sin da quando era soltanto un ragazzino, Billy Argo mostrò un talento sbalorditivo per risolvere gli enigmi, praticamente in qualsiasi forma, disposizione e disegno essi fossero stati concepiti. Quest’è tutto.

Il regalo di compleanno perfetto

 I doni, quell’anno, furono alquanto deludenti […] Infine, Billy fissava il suo ultimo regalo, avvolto in una carta blu, che proclamava, Buon compleanno a un ragazzo abbastanza bravo!
Accanto a Billy, Caroline e Fenton battevano fastidiosamente le mani, mentre si trovano a vicenda i cappellini di carta da festa e si suonavano le trombette nelle orecchie con fare selvaggio. Ignorandoli, Billy aprì la scatola ricevuta dalla zia. Quando i tre bambini videro cosa conteneva, le trombette nelle loro bocche divennero mute e seguì un silenzio istantaneo e profondo. All’interno della scatola vi era più di quanto i loro piccoli occhi, cuori e cervelli potessero afferrare in una singola occhiata: una lente d’ingrandimento, una matita, un blocco di fogli, un set per le impronte digitali, una serie di autentici grimaldelli, un binocolo, una benda per occhi, una torcia funzionante e una barba finta con occhi abbinati.

Ora sul concetto di regalo di compleanno perfetto potremmo interrogarci per ore, per cui per sintesi e per evitare che la discussione degeneri, il sottoscritto si prende la responsabilità di decidere per tutti e stabilisce in via del tutto eccezionale che per questa recensione l’idea del regalo perfetto coincide con una miscela esplosiva in grado di esaudire il sogno di un bambino e al tempo stesso stimolare un talento particolare. Per Billy Argo, il protagonista di questo libro, il regalo perfetto è quello che riceve per il suo decimo compleanno: un kit per Veri Piccoli Detective.
Il regalo va a bersaglio tanto che la questione di stimolare il talento sfugge un po’ di mano e Billy, con la collaborazione della sorella Caroline e dell’amico fidato Fenton, metterà in piedi una squadra di indagine formidabile in grado di mettere in difficoltà la polizia locale di Gothan (New Jersey) in fatto di efficienza e capacità di risolvere i casi. Billy Argo e la sua squadra di investigatori riescono a  risolvere i casi sempre più bizzarri e si guadagnano nel tempo un posto d’onore nella lotta contro il crimine locale. Il segreto del loro successo è la forza del gruppo, ma soprattutto lo straordinario legame che lega Billy alla sorella Caroline con cui stringe un patto di eternità per verificare l’esistenza stessa dell’aldilà.

Hai un terremoto dieci della scala Mercalli dentro e non riesci a dirlo a nessuno

Billy Argo ha una vita felice e spensierata che termina in modo brusco e inspiegabile con il suicidio della sorella.
Sconvolto e disperato, Billy tenta senza riuscirci a sua volta di togliersi la vita. A seguito del tentativo di suicidio anche dell’altro figlio, i genitori decidono di chiudere Billy in un istituto di igiene mentale, dove il ragazzo uscirà dieci anni dopo, ormai trentenne disorientato e ancora schiacciato dal rimorso. Che di quel amore fraterno che era un gioco di squadra, tutto dedizione, intuito e intelligenza. E che soprattutto era loro, e quindi non è codificato, misurato e reso universale dal Sistema Internazionale di unità di misura, il giovane investigatore scopre di non saperne niente. Billy Argo ha un terremoto di intensità dieci della scala Mercalli dentro e non riesce a dirlo a nessuno, per cui non avrà altra strada che cercare di risolvere il mistero più difficile che un detective possa affrontare: il suicidio della sorella.

Billy si sporge avvicinandosi all’acqua. «Sei arrivata fin qui e poi… hai visto tutto ciò. Hai visto tutto ciò e non sei riuscita a trovare la risposta. Non sei riuscita a trovare una risposta perché non c’è nessuna risposta a tutto questo, non è così?»
Billy allunga la mano e tocca l’acqua, solo per un breve istante.

Billy Argo

Quello di Joe Meno è un romanzo di formazione che mescola a mestiere misteri, black humor, enigmistica e indaga sulle corde più profonde che legano insieme amore e amicizia. Il tutto grazie a un personaggio, Billy Argo, un genio solitario che vede il suo talento frustrato dagli eventi della vita. Joe Meno ci rende partecipi e complici delle sue indagini e così facendo spinge anche il lettore dalla scorza più dura a provare empatia per Billy e quelli più pigri a sollevare il sedere dal divano per tifare in piedi per il suo protagonista. Perché dietro la soluzione dell’ultimo enigma, si nasconde una verità universale: qualunque sia la difficoltà che hai davanti o il dolore che devi superare, la vita continua sempre. Basta solo avere il coraggio di Billy.

Fabio D’Angelo

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2018/11/20/billy-argo-il-ragazzo-detective-fallisce/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email
Billy Argo: Il ragazzo detective fallisce Fabio D'Angelo

Summary:

3.5

Voto:


Tags: , , , ,


About the Author

è una persona semplice: ama la pasta e patate con la provola, la pizza, il sole, il mandolino e la SSC Napoli 1926. Alla domanda “Progetti per il futuro?”, generalmente risponde: non sottovalutare le conseguenze di una parmigiana di melanzane.



2 Responses to Billy Argo: Il ragazzo detective fallisce

  1. kiki says:

    Bella recensione, mi hai convinta e non solo perchè sono una fan di CHi l’ha visto?
    Ho ordinato il libro su amazon. Se non mi piace Mi farai il soddisfatti o rimborsati?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • #Repost @s_tribuzio with @get_repost・・・Di domenica si lavora pure colpiti dall'influenza.Il risultato sarà online per gli amici di @unabandadicefali: sul sito leggerete la recensione di Aquatlantic del maestro Carpinteri. Dopo trent'anni torna a raccontare una storia a fumetti e con la solita potenza grafica vista negli anni del collettivo artistico Valvoline!
    • Un nuovo #streetcefalo panoramico #unabandadicefali #stickers #igerslondon #westminsterabbey
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy