Cefali TFF

Published on Novembre 30th, 2012 | by Mariangela

0

TFF30 – VII giorno, 30 novembre 2012

MARIANGELA:

Oggi niente capricci con la sveglia, è il penultimo giorno di festival (e l’ultimo che seguo per intero) e mi voglio consumare gli occhi. Quindi mi alzo, colaziono senza caffè ché ci penserà il mio buon vecchio Mood e volo verso il Lux per FINAL CUT.

Un particolarissimo omaggio al cinema e a quella sua magia tutta sentimentale. Un lavoro di montaggio così minuzioso che forse solo un sarto poteva concepire. Un sarto ungherese che si è messo lì per ben 3 anni a ricucire, pezzo dopo pezzo, una storia d’amore, del tutto banale e scontata, ma bellissima, mettendo insieme come un puzzle perfetto le scene di centinaia e centinaia di film, i volti di centinaia e centinaia di attori. E tutto combacia alla perfezione. Ora considerando che il finale di Nuovo Cinema Paradiso è una delle mie scene cinematografiche preferite in assoluto, che mi commuove come una bimba ogni volta che lo vedo, dovesse essere anche la millesima, non potevo non amare in qualche modo questo film.

E poi, sbam, sorpresa!

Finalmente IL FILM che vorrei vincesse il TFF30: NOI NON SIAMO COME JAMES BOND di Mario Balsamo.

 

 

 

Un documentario o meglio una confessione sulla vita, la giovinezza, la malattia ma soprattutto l’amicizia in questa ironica ricerca di  Sean Connery-James Bond, uomo emblema, mito di gioventù. I due autori e protagonisti del film, Mario e Guido, sono migliori amici da sempre, dal lontanissimo viaggio in Islanda che li ha legati per la vita e decidono di mettere in scena, come fosse una sorta di video-racconto, la loro vita presente e passata e il loro amore fraterno. Entrambi sono dei sopravvissuti (a un tumore il primo, a una leucemia il secondo), entrambi con in mente James Bond come l’uomo più giusto che fa le cose più giuste (nonostante portasse un parrucchino già a 30 anni, ché a saperlo prima non gli avrebbe rovinato così la vita). Commovente la fisionomia dei corpi dei due uomini che si raccontano, corpi che la malattia ha trasformato in un campo di battaglia, una battaglia fortunatamente vinta per entrambi. Commovente la loro amicizia, i loro sguardi mentre guardano il volto dell’amico che hanno di fronte. Ho pensato così tanto ai miei di amici/fratelli, quelli che so con certezza che porterò con me sempre, fino alla tomba, che avevo una voglia irrefrenabile di abbracciare quella che tra loro mi stava seduta accanto.

Bellissimo, come solo le corse “storte” sanno essere, le cose che non sono di certo scampate alla battaglia, che anzi da questa sono state segnate, piegate, ma sono rimaste in piedi.

 

 

 

Per il resto la mia giornata è stata solo una pessima scelta di film, tra SUN DON’T SHINE che ho trovato terribile (se davvero voleva ammiccare a Malick, allora mi arrendo all’idea che è un cinema che proprio non mi piace) e PAVILION che nonostante l’ottima regia e fotografia, era un film fin troppo vuoto e statico.

 

Torno a casa con la testa troppo piena, un raffreddore alle porte e una voglia di pizza a cui sono pronta a cedere.

 

M.

*********************************************************************

CARLA:

Oggi è stata una giornata povera di episodi divertenti, ma ricca di film proprio belli… Sarà la legge della compensazione?
Il mio piano è quello di vedere PAVILLON alle 10, ma mentre mi incammino verso il REPOSI cambio idea così,dal nulla, e decido di optare per FINAL CUT di Gyorgy Palfi al LUX. E che grande scelta che ho fatto.


Un collage, un “mash-up cinematografico” realizzato assemblando circa 500 film, che racconta di amori, risvegli, corse, telefonate e il risultato è a dir poco straordinario. Un film originale e coraggioso, che diverte, spaventa, commuove!

Il film successivo è noi NON SIAMO COME JAMES BOND di Mario Balsamo, al REPOSI alle 12.30! Sono d’accordissimo con Mariangela: questo film deve vincere perché è meraviglioso! Una storia di un’amicizia che si intensifica e si rafforza nonostante gli anni, le malattie, il trascorrere del tempo e soprattutto un inno alla vita e alla sua bellezza!

Poi arriva il momento di COULEUR DE PEAU: MIEL di Jung et Laurent Boileau.

Questo film è a dir poco adorabile. Il protagonista è il piccolo Jung (uno dei due registi), un bambino sudcoreano che viene adottato da una famiglia belga. Il giovane Jung ripercorre la sua vita tra ricordi in cartoni animati (con i disegni dello stesso regista), filmati dell’epoca e del suo viaggio in Sud Corea in età adulta alla ricerca delle sue origini. Una riflessione sulla mancanza di radici, le difficoltà di adattamento e di creare un’identità personale.

L’ultimo film della giornata è in 3D e si intitola: A LIAR’S AUTOBIOGRAPHY: THE UNTRUE STORY OF MONTY PITHON’S GRAHAM CHAPMAN.

14 studi diversi di animazione sono serviti per la realizzazione di questo film, che narra la storia di Graham Chapman come raccontata dal defunto Monthy Pithon in una sua fantasiosa biografia. Bellissime animazioni, che non risparmiano nulla, neanche i racconti più piccanti della vita dell’autore e rendono perfetto omaggio a questo grande comico.

Anche questa giornata mi ha stremato, torno a casa distrutta ma pensare che domani è l’ultimo giorno del Torino Film Festival mi mette addosso tanta tristezza.

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2012/11/30/tff30-vii-giorno-30-novembre-2012/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email

Tags: , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • Il nostro bottino del @bookpride ❤️ #unabandadicefali #editoriaindipendente #bookpride2019 #neoedizioni #liberaria #erisedizioni #tsunamiedizioni #babalibri #terrarossaedizioni #effequ #bellochilegge #librisulibri
    • Anche da @neoedizioni leggono @tsunamiedizioni 🤘#unabandadicefali #editoriaindipendente #bookpride #neoedizioni #editoriaindipendente
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy