Acquerelli & co.

Published on Maggio 13th, 2015 | by Anna Giordano

0

Una storia del mare

Una storia del mare Testo / Lyrics

(testo di Antonio Di Martino e Francesco Bianconi)

Case a strapiombo sull’acqua,
frammenti di vetri, coralli e conchiglie.
Sul molo c’è un cane che abbaia a Ulisse
e a quello che resta della civiltà.

Un motoscafo dipinto di fiori
disegna una strada che uccide i gabbiani,
le statue di sale che fanno i bambini,
le spazzerà il vento che viene e che va.

C’è una ragazza di Roma
che arriva ogni anno,
porta un cappello di paglia si fida di me
ma poi l’inverno la porta lontano.

E ogni volta che mi lascia si dimentica
che noi, ci siamo sporcati sangue e sabbia e poi
abbiamo lasciato alle spalle il mondo ormai,
siamo solo una storia del mare.

Isola di pescispada,
ciclopi che dormono sotto i vulcani,
turismo di massa turismo e corrente
di gente che viene e poi se ne va.

C’è una ragazza perduta
sorride ogni anno,
punta nel cielo la stella
che ha scelto per me,
no io non sopporto davvero l’inverno

E ogni volta che mi lascia si dimentica
che noi, ci siamo sporcati sangue e sabbia e poi
abbiamo lasciato alle spalle il mondo ormai,
siamo solo una storia del mare.

E ogni volta che l’inverno si dimentica di noi
dell’acqua, del sangue, del paradiso che
ci siamo inventati e che invece adesso è
solamente una storia del mare.

001

Illustrazioni di Anna Giordano

(clicca sul disegno per vederlo ingrandito)

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2015/05/13/una-storia-del-mare/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email

Tags: , , , ,


About the Author

Anna Giordano ama tre cose: i disegni, i libri e il mare.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • #Repost @ssimonadirosa with @get_repost・・・"Eravamo tutte esaltate e terrorizzate: si stavano avvicinando i mondiali ISI, la gara più importante dell'anno. Non capivo perché fosse così importante. Una vittoria non qualificava per nessun'altra competizione. Nessuna di noi sarebbe andata alle Olimpiadi. Eravamo solo prigioniere nel ciclo continuo del pattinaggio agonistico di medio livello."La recensione su @unabandadicefali, qui basti dire che questo mattone di 400 pagine si legge super velocemente (forse anche troppo) e racconta una deliziosa storia di formazione. Un primo passo per conoscere il talento di Tillie Walden anche in Italia 💙
    • Uno #streetcefalo Batllò, grazie @giorgiare #unabandadicefali #barcelona #instatravel #instatraveling #igersbarcelona
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy