Figli di un libro minore

Published on Settembre 19th, 2015 | by Flavia Peluso

The white album

Joan Didion, The white album. Il saggiatore, 2015

“Sapevo solo quel che vedevo …

Una serie d’inquadrature in sequenza variabile,

immagini senza alcun significato al di là della loro disposizione temporanea,

non un film ma un’esperienza da sala montaggio”

 

Immaginatevi, seduti su un divano, di una villa qualsiasi lungo la spiaggia di Malibù: la brezza dell’oceano che muove le tende, nell’aria ancora il fumo di una sigaretta appena spenta … ci siete? Ecco, immaginate adesso una donnina ottantenne, piccolina, magra, elegante che vi piazza sulle gambe un album di ricordi.

Questa è in parte la sensazione che si prova sfogliando le prime pagine di The White Album di Joan Didion, libro culto della letteratura americana, finalmente arrivato in Italia grazie a il Saggiatore dopo ben trentasei anni dalla pubblicazione negli Stati Uniti.

 The White album non è un libro canonico, non ha una trama, non ha un incipit ed è privo di un finale ma nasconde tra le pagine mille storie diverse.  Tutto questo perché Joan Didion non è una vecchietta qualunque, è un’icona della  letteratura americana, una che si appresta quasi a diventare un monumento di se stessa.

The White album è un insieme d’immagini sparse che vanno dalla casa  dei Regan alla serra di orchidee di un messicano nella contea di Los Angeles; dal  circo mediatico del processo Manson  all’ incontro con Jim Morrison:

“un ventiquattrenne laureato alla Ucla che indossava pantaloni di vinile nero senza mutande e tendeva a suggerire una gamma di possibilità appena più in là di un patto suicida”

Sono fotogrammi, polaroid dell’anima e tu stai lì seduto su quel divano e scopri che in un periodo non molto lontano esisteva un’altra America, dove … ” succedevano cose strane in giro per la città . C’erano voci . C’erano storie . Tutto era innominabile ma niente era inimmaginabile. Questo flirt mistico con l’idea del peccato – questa sensazione che fosse possibile spingersi “troppo oltre” e che molti lo stessero facendo – ci riguardava molto, nel 1968 e 1969 a Los Angeles. “

E speri solo che la brezza continui a muovere quelle tende, che lei abbia ancora tante altre sigarette da fumare e tante altre pagine bianche da scrivere.

“Scrivere è dire io in molte forme, un atto in cui ci s’impone agli altri.

Un modo per dire ascoltatemi, vedetela a modo mio, cambiate idea.

È un atto aggressivo, ostile persino”

Joan Didion

Joan-Didion

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2015/09/19/the-white-album/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email
The white album Flavia Peluso

Summary:

5

Voto


Tags: , , , , , , , ,


About the Author



Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • Prima di iniziare Genesi 3.0, l’ultimo romanzo di Angelo Calvisi pubblicato da Neo Edizioni, è giusto sapere che può succedere di imbattersi nella morte immotivata di innocenti, in scene di sesso con animali, di guerra, distruzione, amputazioni, onanismo, ferocia religiosa. Ma ormai siamo lettori adulti e vaccinati...#unabandadicefali #leggeresempre #bellochilegge #librisulibri #editoriaindipendente #neoedizioni #libribelli #consiglidilettura #instabook #instalibri #amoridicarta #leggere #libri
    • Metti uno #streetcefalo a #ginevra #unabandadicefali #instatravel #igerssvizzera
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy