Cefalonia

Published on Dicembre 20th, 2016 | by Una banda di cefali

1

Più libri più liberi 2016

 

Più libri più liberi

Da qualche giorno ormai è finita Più libri più liberi la fiera di Roma dedicata alla piccola e media editoria. Noi siamo ancora molto tristi ma non preoccupatevi, non abbiamo in serbo per voi un post strappalacrime…
giphy

Alla fine è cosa nota che, anche in un contesto così “mediamente intellettuale”, noi cefali riusciamo sempre a tirare fuori il nostro lato spensierato e dissacrante, perché in fondo siamo così di natura. Però sappiamo fare anche i seri, e quindi occasioni del genere ci permettono di mostrare il nostro lato bipolare.

15275700_1600282813612103_1017278066507907072_n

 

Abbiamo sfrecciato fra i vari stand cercando di brandizzare prepotentemente tutti quelli che trovavamo…

 

.

.

Anche alcuni autori/editori/addetti ai lavori/blogger si sono lasciati contagiare dal fascino della spilletta cefala… 

Davide Predosin, autore Gorilla Sapiens, ha sperimentato un raro effetto collaterale della nostra spilletta: il tanto temuto occhio di vetro

15645156_10211308582172541_526844271_n

Gli editori di Neo invece – grazie anche alle nostre spillette – sono diventati belli belli in modo assurdo

,

,

arianna

Arianna Galati di Radiolibri, più bella e raggiante che mai (questa spilletta cefala ti dona)

Last but not Least Maicol&Mirco

maicol

 

che ci ha fatto anche una rivelazione sorprendente sulle nostre origini, infliggendo un duro colpo alle nostre certezze ontologiche.

 

dio

(Io sono tuo padre – Grazie Bao Publishing e Daniela Mazza)

.

 

 

Questa fiera è iniziata all’insegna del disagio

disagio

 

che si è protratto fino alla fine per la troppa euforia, la troppa stanchezza, la troppo poca mestizia che si dice sia assolutamente necessaria per parlare di letteratura.

carleeroberta

 

Non sappiamo ancora se ci sia una correlazione tra gli eventi, ma una di noi si è ritrovata con piacere ad essere testimonial di Gorilla Sapiens, uno dei nostri stand preferiti grazie all’abbinamento perfetto con i nostri beniamini di Eris Edizioni.

carla

Alcuni momenti belli di Più libri più liberi

  • Incontro con Claudio Morandini allo Stand di Exorma per l’iniziativa Bloggerinstand (grazie a Silvia Bellucci). Siamo stati a chiacchierare con l’autore a proposito del suo bellissimo Cane, neve, piede, una fiaba ad alta montagna che ci ha davvero conquistato. Allo stand, in compagnia anche di Viviana di Emozioni in font, abbiamo scoperto che in primavera uscirà un nuovo libro di Claudio Morandini che non vediamo l’ora di leggere.

 

 

 

  • Grazie a una splendida iniziativa organizzata da Laura Ganzetti de Il tè Tostato e La nuova frontiera, siamo andati a colazione con Valeria Luiselli, autrice messicana di straordinario talento e follia che ci ha raccontato  il  suo mondo e la genesi di Storia dei miei denti, un libro di invenzioni, ricerca, che rivela una fantasia impenitente e un grande attenzione al peso delle parole. Ci siamo innamorati di lei, del suo lavoro e di quello de La Nuova Frontiera che ha reso possibile questa epifania.valeria
  • La presentazione Più Gorilla Più Sapiens – Sei autori, un palcoscenico di Gorilla Sapiens al caffè letterario. Tanti scrittori gorillici (Davide Predosin, Carlo Sperduti, Angelo Zabaglio, Alessandro Sesto e Ivan Talarico) tutti insieme sullo stesso palco, per una presentazione affollatissima capace di far ricredere anche la cefala Selvaggia che “no, magari quando vai alla presentazione mi faccio un giro che di solito mi annoio.”
  • L’incontro con Jan Brokken, autore de Il giardino dei cosacchi (Iperborea 2016), che ha raccontato Dostoevskij attraverso i suoi stessi romanzi, ha reso presente e affascinante il romanzo ottocentesco, la Russia e la sua narrazione, e che, soprattutto, ci ha ricordato l’attualità e la totalità di un autore imprescindibile.
  • Il candore di Ella Sanders, scrittrice e illustratrice giovanissima, autrice Marcos y Marcos di Lost in Translation e Tagliare le nuvole col naso, due gioielli della casa editrice ai quali siamo molto affezionati.

ellen

  • Lo stalking a Piero Angela, ospite del Caffé Letterario, nel tentativo disperato di avere il numero di telefono di Alberto.
  • I nostri amici di Cliquot Edizioni, che dicono in giro che li abbiamo coccolati, quando in realtà più che coccolarli li abbiamo importunati costantemente con i nostri cappotti e libri e shopper parcheggiati al loro stand.

cliquot

 

Due o tre cose che sappiamo di più libri più liberi (ma facciamo finta di dimenticare ogni volta)

  1. Il trucchetto del “non vado a prelevare così non ho troppi soldi dietro e non spendo” non funziona: a) molti stand ormai accettano i pagamenti con il bancomat; b) il desiderio di comprare avrà la meglio costringendoti a prelevare il doppio per emergenza; c) c’è un bancomat proprio di fronte all’uscita sul retro. Quindi non ti illudere proprio.
  2. Le sale delle presentazioni rappresentano spesso un’ottima occasione per sedersi e riposare un po’ i piedi.
  3. Ormai è risaputo, ma è bene ribadirlo come monito per il futuro: il cibo venduto all’interno della fiera va evitato a tutti i costi.
  4. Quando, alla fine dell’ultimo giorno di fiera, uscirai fuori soddisfatto, malinconico e soprattutto carico di meravigliosi libri che porti a spasso come un tesoro, alzerai gli occhi al cielo e ti accorgerai che pioverà. Tanto da inzupparti tutti i libri. E non c’è un taxi, una Enjoy, una Car2go o un passaggio in auto a salvarti. È il karma, baby.

 

 

E infine, a questa fiera abbiamo anche vinto un premio, il nostro primo premio. Si tratta del premio Radiolibri per i migliori blog e circoli letterari (insieme a Ippolita Luzzo e Letture Metropolitane). E per questo volevamo ringraziare tutti quelli che ci hanno ascoltato. Grazie grazie grazie, vi vogliamo bene, anche se non sembra.

15306031_1353128394700177_7799395665888411648_n

Premio Radiolibri ai blog e circoli letterari: 1 classificata – Ippolita Luzzo/ 2 classificati – Una banda di cefali/ 3 classificata – Letture metropolitane

A cura di Carla De Felice e Roberta Rega

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2016/12/20/piu-libri-piu-liberi-2016/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email

Tags: , , , ,


About the Author

Amore, ironia e cefalità.



One Response to Più libri più liberi 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • Il nostro bottino del @bookpride ❤️ #unabandadicefali #editoriaindipendente #bookpride2019 #neoedizioni #liberaria #erisedizioni #tsunamiedizioni #babalibri #terrarossaedizioni #effequ #bellochilegge #librisulibri
    • Anche da @neoedizioni leggono @tsunamiedizioni 🤘#unabandadicefali #editoriaindipendente #bookpride #neoedizioni #editoriaindipendente
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy