Interviste

Published on gennaio 26th, 2018 | by Noemi Borghese

0

Intervista a Tommaso Ariemma: La filosofia spiegata con le serie tv

Ho conosciuto Tommaso Ariemma nel 2006 perché era l’assistente della mia docente di Estetica alla Federico II di Napoli. Tutti gli studenti del mio corso di laurea si ricordano di lui, perché non ha mai tenuto una lezione lenta, stancante, a senso unico: Tommaso era bravissimo a farci entrare nel vivo della lezione, ogni volta.
Oggi vi presento Tommaso e il suo libro edito da Mondadori, che parte da un’idea geniale: spiegare la filosofia ai ragazzi del liceo con le serie tv.

Ciao Tommaso! Come sta andando il tuo Tommaso Ariemma La filosofia spiegata con le serie tv? Cosa ne dice il tuo pubblico?

Il libro sta andando decisamente bene! In pochi mesi siamo già alla terza edizione e molto vicini a una quarta. Entusiasti del libro sono soprattutto i ragazzi del liceo, che mi scrivono spesso dopo averlo letto. Mi dicono, soprattutto, di aver centrato il bersaglio con il mix serie tv/filosofia.

Colgo l’occasione per ringraziare tutti quei coraggiosi docenti che lo hanno suggerito come lettura nelle vacanze natalizie. Molti ragazzi lo hanno conosciuto così, trovandolo avvincente e divertente. Va detto che il testo ha anche dei detrattori: spesso si tratta di persone con un’idea precisa della filosofia. Per loro la filosofia non deve avere a che fare con il mondo e deve essere elitaria. La cosa buffa è che scambiano tutto questo con un fantomatico “rigore”. Si sbagliano di grosso.

Quand’è che hai avuto l’intuizione da cui è nato il libro?

Nella concreta pratica didattica. Sono tornato a scuola dopo anni di ricerca universitaria e l’ho trovata molto cambiata. Oggi è difficile avere l’attenzione dei ragazzi e soprattutto accendere il loro entusiasmo. All’università avevo analizzato però, da filosofo, il funzionamento delle nuove serie tv. E a scuola mi sono accorto di non essere il solo appassionato. Non ho fatto altro che unire le due cose: le mie ricerche filosofiche e l’interesse dei ragazzi. I risultati sono stati immediati ed entusiasmanti.  Il resto lo hanno fatto i media e ovviamente una casa editrice che sa il fatto suo.

Ma si può dire che tu sia un fan di serie tv? Quali sono le tre serie che preferisci, magari quelle che guardi e riguardi quando sei annoiato o stressato?

Io sono un super fan delle serie tv! Ho le mie serie preferite (Mad Men, Breaking Bad, Lost, Game of Thrones, Black Mirror, The young pope), ma sono sempre a caccia di nuove serie tv di qualità: nel 2017 ho scoperto le bellissime The Handmaid’s Tale e Dark.

Secondo te questo testo può essere utile solo a chi non ha mai approcciato la filosofia, o anche a chi ne ha studiata già parecchia (a caso: gli insegnanti di filosofia come te, ma meno creativi di te)?

Il testo può essere utile a molti: ai ragazzi, ovviamente, ma anche all’esperto di filosofia che vuole conoscere le migliori serie tv in circolazione. Oppure al docente di filosofia, perché potrebbe dargli più di uno spunto per lezioni capaci di attirare enormemente l’attenzione dei suoi studenti. In questi mesi sono stato invitato in molte scuole d’Italia per mostrare proprio i diversi usi del testo.

La filosofia spiegata con le serie tv, intervista, tommaso ariemma, una banda di cefali

 

In cosa pensi sia diverso questo libro dai precedenti che hai già scritto? Stile, approccio, target…?

È un testo decisamente “pop”, dallo stile accessibile e che gioca con la narrazione di momenti didattici. Da anni faccio parte della corrente filosofica conosciuta come “pop filosofia”, ma i nostri testi, pur lavorando con o sulla cultura di massa, risultavano sempre troppo di “avanguardia”. Mancava un testo capace di raggiungere un pubblico davvero vasto.
Un testo molto diverso dalle mie ricerche accademiche precedenti, dai miei libri più “teoretici”. Ha un target preciso: gli appassionati di filosofia e di serie tv, oppure gli appassionati della sola filosofia o delle sole serie tv. Ma i tantissimi curiosi si sono rivelati il vero target inatteso del testo.

Mondadori è un’importante casa editrice, hanno fatto una bella (e indovinata) scommessa su di te: avete previsto un secondo volume del libro?

Si sta pensando a un secondo volume, certo! Il mio editor è molto contento del successo del libro. Stiamo ragionando, però, su una formula nuova, ancora più potente. Per ora, top secret.

Ultima domanda: nelle mie recensioni di serie tv c’è sempre un perché sì e perché no: chi è molto pigro può trovare lì i motivi per guardare o meno una serie tv.
Quindi adesso elenca tu ai lettori di Unabandadicefali:

Perché leggere La filosofia spiegata con le serie tv:

Perché è un testo che vi farà innanzitutto divertire, facendovi apprendere. L’appassionato di serie tv troverà il testo che avrebbe voluto sempre leggere. L’appassionato di filosofia proverà un nuovo insolito mix. Lo studente liceale che ama la filosofia troverà una ragione in più per amarla. E chi non l’aveva mai amata per vari motivi, mi scriverà.

Perché non leggere La filosofia spiegata con le serie tv:

Sconsigliato a tutti quelli che pensano che fare filosofia sia solo scrivere un “paper” in una rivista accademica. A loro dico di stare alla larga: potrebbero subire il malefico contagio “pop filosofico”!

Noemi Borghese

 

 

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2018/01/26/intervista-tommaso-ariemma-la-filosofia-spiegata-le-serie-tv/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email

Tags: , , ,


About the Author

Ho sbagliato tutto, fatemi scendere, voglio fare la ballerina!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • Oggi è arrivato un altro pacchetto da @edizionispartaco grazie ❤️ #unabandadicefali #libribelli #libridaleggere #libri #bellochilegge #libriovunque #edizionispartaco #instalibri #booklover #bookworm #editoriaindipendente
    • I bellissimi pacchi a sorpresa di @add_editore ❤️ grazie mille! #unabandadicefali #libribelli #librisulibri #libri #libriovunque #addeditore #bellochilegge #instabook #instalibri #bookstagramitalia #librichepassione #editoriaindipendente #amoridicarta
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni