Cefalonia playlist

Published on luglio 31st, 2018 | by Guest

0

Playlist #2: “I pesci mi stanno divorando i piedi ma resto in acqua”

Si sa: l’estate è quella stagione che più cresci, più si accorcia, più invecchi, più comincia in ritardo. Per poi finire prima di quanto di aspetti.
Da piccolo, le estati ti sembrano infinite. Iniziano al momento giusto, puntuali, quando non ne puoi più di andare a scuola perché il caldo in un’aula senza aria condizionata insieme con altre venti persone – se va bene – è insostenibile e perché i compiti “non li vuoi fare più”, e terminano quando sei esausto di ozio e noia. Ma rimpianti non ce ne sono perché ti sembra di aver fatto tutto quello che potevi fare, d’altronde due mesi e mezzo non sono pochi.
Nell’età adulta, le cose sono leggermente diverse: si lavora innanzitutto e i giorni a disposizione per le vacanze – che nel frattempo hanno cambiato nome e sono diventate “ferie” – sono sempre meno, dipende da quanto si è sgobbato nel resto dell’anno. Poi c’è quell’inghippo che le cose te le devi pagare da solo, e quindi il fattore economico diventa un’ulteriore limitazione. Infine, c’è la storia delle aspettative: ogni estate viene confrontata necessariamente con la precedente, e ci promettiamo ogni volta che quella successiva sarà migliore, spesa meglio insomma. Perché il tempo è poco e non ci possiamo permettere di sprecarlo, né in questo scarso tempo a disposizione possiamo permetterci di ascoltare musica brutta, quella impietosa che ti fa sanguinare le orecchie in spiaggia, in montagna, in città, ovunque, sottoforma di ignoranti tormentoni calendarizzati o brani dai ritornelli confezionati per ridurre il nostro quoziente intellettivo e l’opponibilità del nostro pollice.
Per abbandonarci alla beatitudine del riposo o al fremito dello spostamento, per assaporare l’ozio o l’esplorazione, l’estate ha bisogno della giusta colonna sonora, musica in grado di trasportarci attraverso viaggi reali o immaginari, e dilatando il tempo.
Questa playlist ci permetterà di farlo, perché condensa l’onda, il sogno, il ballo e la nostalgia, quel sorriso malinconico nato dal ricordo della lontana giovinezza spensierata, tutte cose che in questa stagione ci sguazzano.
Vigorosi pezzi surf-punk, brani dai toni vaporosi e rilassati, bombette disco e canzoni agrodolci vi accompagneranno nelle profondità nel mare, durante una pigra dondolata sull’amaca e nelle notti danzerecce sulla spiaggia, mentre vi ricordate di quando andavate a caccia di granchi sugli scogli impregnati di salsedine.

Mimmo Vestito

Mimmo Vestito

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2018/07/31/playlist-2-i-pesci-mi-stanno-divorando-i-piedi-ma-resto-in-acqua/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email

Tags: , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • È uscito da pochi giorni ed è in lettura in acquario “La notte non vuole venire” di @alessioarenamusica Grazie @fandangolibri ❤️Foto @ssimonadirosa #unabandadicefali #bellochilegge #instalibri #instabook #booklover #fandangoeditore #alessioarena #libribelli #libri #leggere #editoriaindipendente #booklover #bookworm #stoleggendo
    • Incontri tra cefale a #ricominciodailibri
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy