Fumetti

Published on Gennaio 2nd, 2019 | by Martina Caschera

0

Violeta

La verità è che non era semplice raccontare l’artista cilena Violeta Parra (1917-1967). Le direzioni da prendere potevano essere molteplici, ma in particolare deve essere stata molto presente l’ombra della passione nella sua faccia più nera: il dramma. Si poteva cedere, mirando ad un facile coinvolgimento emotivo, a colori cupi, a tratti duri, taglienti. Ma per questo snello volume edito dalla Bao Publishing, la scelta dell’autrice, Virginia Tonfoni, è stata di lavorare con Alessio Spataro (e viceversa, s’intende). Il fumettista e la scrittrice hanno modellato insieme una storia che ha preso forma nel tratto svelto e curvo dell’autore catanese, che l’ha alleggerita considerevolmente dal punto di vista formale. Quindi, quando sfoglierete il fumetto, non avrete la sensazione di aver a che fare con qualcosa di troppo grande per voi, di inaccessibile. Inizierete a leggere la storia di Violeta Parra con allegria ed entusiasmo, nonostante le piccole grandi tragedie di cui è disseminata.

Violeta

Virginia Tonfoni e Alessio Spataro, Violeta – Corazon Maldito, Bao publishing

Chi è Violeta Parra, di cui questo fumetto è narrazione biografica? È l’anima musicale del Cile, un’anima che ha vissuto con incredibile intensità il suo essere donna ed essere artista, facendo costantemente i conti con una natura ribelle e visionaria. La sua arte si è estesa dalla musica (è praticamente nata con la chitarra, come ci raccontano Tonfoni e Spataro), alle arti visive e plastiche. Nonostante questo, la sua carriera ha sofferto alti e bassi e con sé ha trascinato Violeta. Violeta So che siete curiosi, e fate bene. Questa donna è un pezzo di storia del Cile e di storia dell’arte. Spataro e Tonfoni hanno il merito di umanizzarla e renderla accessibile, preservando comunque la sua aura di mistero. La scintilla che l’ha resa speciale. La narrazione ha, come è logico, molti vuoti ed opera diversi salti temporali. Tuttavia, in questo ritmo sincopato, mira a cogliere l’essenza del percorso dell’artista: la centralità del suo io creativo, l’energia prorompente che è allo stesso tempo femmina (e madre) e al di sopra della sessualità stessa (puro estro creativo). Seguiamo Violeta nelle sue tappe attraverso il Cile e in compagnia di uomini diversi – mariti e amanti- aiutata da donne e circondata da figli affettuosi e premurosi verso una figura allo stesso tempo fragile e adamantina. Incontriamo anche personaggi famosi, artisti che l’hanno amata e sostenuta, riconosciuta e confermato il suo innegabile valore. C’è anche un po’ di politica, tra queste pagine, ma soprattutto c’è una donna, i cui tormenti, tuttavia e inaspettatamente, non sembrano mai cancellare la forza vitale della creazione. E questa riflessione include anche la conclusione del racconto. Violeta Tra i pregi del fumetto annovero l’attenzione per le lingue (Violeta viaggia ed è apprezzata, con alti e bassi, all’estero) e gli inserti musicali che riportano versi di sue canzoni, vere e proprie poesie. Anche se sulle prime non mi aveva convinta, devo dire che finisco per sostenere le soluzioni grafiche finali, che rendono l’opera scorrevole, non banale e adatta ad un pubblico ampio. Oltre al tratto, anche la palette di colori riesce a recuperare i toni caldi del Sud America, quasi abbracciando il lettore con calore e respingendolo quando invece a prevalere è il bianco. In conclusione consiglio il fumetto a chi non conosce Violeta, a chi la conosce, a chi legge storie di donne troppo urlate e didascaliche e invece vuole avvicinarsi ad una vita (e a un modo di raccontare) femminista nella miglior accezione del termine.

Martina Caschera  

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2019/01/02/violeta/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email
Violeta Martina Caschera

Summary:

4


Tags: , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • #Repost @ssimonadirosa with @get_repost・・・"Eravamo tutte esaltate e terrorizzate: si stavano avvicinando i mondiali ISI, la gara più importante dell'anno. Non capivo perché fosse così importante. Una vittoria non qualificava per nessun'altra competizione. Nessuna di noi sarebbe andata alle Olimpiadi. Eravamo solo prigioniere nel ciclo continuo del pattinaggio agonistico di medio livello."La recensione su @unabandadicefali, qui basti dire che questo mattone di 400 pagine si legge super velocemente (forse anche troppo) e racconta una deliziosa storia di formazione. Un primo passo per conoscere il talento di Tillie Walden anche in Italia 💙
    • Uno #streetcefalo Batllò, grazie @giorgiare #unabandadicefali #barcelona #instatravel #instatraveling #igersbarcelona
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy