Cinecefali

Published on Febbraio 1st, 2017 | by Angelica Milia

2

La La Land

Damien Chazelle, La La Land con Ryan Gosling e Emma Stone.

Regia: Damien Chazelle

Cast: Ryan Gosling, Emma Stone, John Legend, J.K. Simmons

Durata: 2h e 8’

Uscita nelle sale: 26 gennaio 2017

Trama: Nella città delle stelle (Los Angeles) Sebastian, un purista del jazz col sogno di aprire un locale per riportare in vita la musica a lui cara, e Mia, un’aspirante attrice che fallisce ogni provino, si incontrano continuamente nell’arco di un anno e intrecciano una storia d’amore. Questo legame, intriso di sacrifici e sogni, li porterà a esaudire i loro desideri, ma anche a confrontarsi con la dura realtà.

“Here’s to the ones who dream

Foolish, as they may seem

Here’s to the hearts that ache

Here’s to the mess we make.”

Damien Chazelle è probabilmente uno degli autori giovani più scatenati in circolazione. Dopo il furioso Whiplash, il regista è tornato con un film dal tono apparentemente lontano da quello del suo film d’esordio, ma che in realtà ha in sé un tema chiaro e lampante, su cui l’autore di Providence mette sempre, insistentemente, l’accento: solo chi insiste, chi prova, chi crede in ciò che fa può riuscire a realizzare i propri sogni, sebbene a costo di grossi sacrifici.

Se infatti prima era l’Andrew di Miles Teller a perdere tutto e tutti pur di diventare il più grande batterista vivente, qui sono Emma Stone e Ryan Gosling in chiave musical a inseguire dei sogni apparentemente lontani, e l’unica cosa che possono perdere è il loro stesso amore.

Incentrando il film su una girandola di citazioni sempre asservite al ritmo del film (da Cantando sotto la pioggia a Spettacolo di Varietà, da Moulin Rouge a New York New York), Chazelle costruisce una storia d’amore scandita dalle quattro stagioni.

Il film è un musical dove però le canzoni sembrano veicolare proprio le parti legate più al sogno da realizzare che al sentimento da esprimere (come solitamente il genere in questione fa), battendo continuamente il ferro quando è caldo, senza far dimenticare al pubblico di cosa si stia realmente parlando.

L’incontro tra i due, e la conseguente relazione che li coinvolge, altro non è che un’ulteriore spinta verso la sicurezza di sé e di ciò in cui si crede, una fede priva di compromessi che qui rappresenta l’unica strada per realizzarsi completamente.

La scalata, la crescita, il gettare alle ortiche le sicurezze per un domani più vero e personale rappresentano scelte forti, profondamente intime, che portano con sé il peso anche di una divisione. Le strade dei protagonisti si separano proprio a causa di quelle scelte fatte per restare fedeli a se stessi fino in fondo, ma allo stesso tempo procedono parallele, nella speranza che il passato possa essere riscrivibile – un passato di cui si è comunque felici, perché ha portato i frutti sperati.

Un film sulle speranze raggiunte e su ciò che si decide di lasciar andare, in nome di una passione più grande. Quella cosa che “la gente ammira nelle persone con una passione, perché gli ricorda che cosa hanno perduto.”

Angelica Milia

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2017/02/01/la-la-land/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email
La La Land Angelica Milia

Summary:

5

Voto


Tags: , , , , , , , , ,


About the Author

Mangio film, faccio film.



2 Responses to La La Land

  1. Serena says:

    Devo assolutamente vedere questo film!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • #Repost @s_tribuzio with @get_repost・・・Di domenica si lavora pure colpiti dall'influenza.Il risultato sarà online per gli amici di @unabandadicefali: sul sito leggerete la recensione di Aquatlantic del maestro Carpinteri. Dopo trent'anni torna a raccontare una storia a fumetti e con la solita potenza grafica vista negli anni del collettivo artistico Valvoline!
    • Un nuovo #streetcefalo panoramico #unabandadicefali #stickers #igerslondon #westminsterabbey
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy