Il cefalo ripescato

Published on giugno 16th, 2018 | by Francesco Papadia

0

Whipping Boy – Heartworm

È il 1995, il Brit-pop domina la scena musicale internazionale con pugno di ferro, dopo la prematura scomparsa di Kurt Cobain, che di fatto sancisce la fine del movimento Grunge.
Prosegue la storica, finta rivalità tra Oasis e Blur con What’s the story morning glory e The great escape, i Pulp pubblicano Different Class e i Radiohead The Bends.
In mezzo a questa valanga d’oro (ogni genere musicale in quell’anno ha il suo capolavoro) chi poteva accorgersi di un diamante minuscolo?
È il 1995 e, dopo il fiasco commerciale del loro primo disco, i Whipping Boy, una piccola band irlandese, pubblicano con grande fatica Heartworm.
I Whipping Boy fondono nel loro sound rock alternativo, grunge e shoegaze, e il risultato è strabiliante.
Lo stile è ordinato, le chitarre, anche distorte, spesso si legano a una sezione di archi, in una fusione di grande effetto.
Rispetto a quelle dei connazionali My Bloody Valentine (tra i fondatori dello shoegaze), le canzoni sono dritte, il cantato è meno riverberato ma ugualmente intenso e travolgente.
La voce del cantante Fearghal McKee è calda, profondissima, la sua firma sono strofe quasi parlate che danno alle tracce un’intimità rara.
Amore, nostalgia, violenza e malattia sono gli argomenti che McKee declama suadentemente, la voce è la vera locomotiva della band.

Il disco si apre con due canzoni diametralmente opposte, l’energica Twinkle e la struggente When we were young, che ci porta su prati verdissimi bagnati dalla pioggia o dentro pub puzzolenti, a voi la scelta. The Honeymoon is over e We don’t need nobody else tirano indietro il ritmo, il cantato/parlato ci mette a nudo, siamo a tu per tu con la voce di Fearghal.
Personality è uno dei singoli più importanti del disco, una strofa sussurrata lascia spazio a un ritornello tutto aperto e i violini a incorniciare tutto quanto.
Una perla nascosta dentro la perla nascosta è A natural, straziante hidden track e probabilmente il pezzo più emozionante ed evocativo di tutti, violini protagonisti assoluti, chiusura ideale di un disco stupendo.

Heartworm è un altro flop, ha una buon successo in patria ma scarso in Gran Bretagna, la band si scioglie poco dopo.
Ci penserà il tempo a dare dignità al disco e alla band. Heartworm è oggi tra i 10 migliori album irlandesi di tutti i tempi e, grazie ai potenti mezzi di internet, molti più ascoltatori hanno potuto conoscere e amare questo capolavoro ingiustamente dimenticato.
Ho ascoltato questo disco per la prima volta solo nel 2011, inutile dire che l’esperienza è stata illuminante e sconvolgente allo stesso tempo.
Com’era possibile che mi fossi perso un disco così bello? Tutti dovevano ascoltarlo.
Se non lo avete ancora fatto, fatelo.

Tracklist:

1. Twinkle
2. When we were young
3. Tripped
4. The Honeymoon is over
5. We don’t need nobody else
6. Blinded
7. Personality
8. Users
9. Fiction
10. Morning Rise/A Natural

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2018/06/16/whipping-boy/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email

Tags: , , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • Lo #streetcefalo ci saluta dal belvedere di #vienna grazie @rosi_1207 ❤️#unabandadicefali #wien #instawien #vienna #austria #österreich #instatravel #instatravelgram
    • #Repost @s_tribuzio with @get_repost・・・Scrivendo di Domino, il nuovo album di @damalikessa, debutto per gli amici di @unabandadicefali (link bio). Domino è un album fotografico in senso stretto, sia perché descrive gli umori della nostra quotidianità, sia perché il packaging contiene un sontuoso libretto con le foto di Jacopo Benassi.L'artista milanese si muove in questo quinto atto con grazia e vena compositiva. Un ritorno tutto da sfogliare.#unabandadicefali
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy