Fumetti tatuaggio

Published on Set 25th, 2018 | by Giancarlo Marino

0

Carvalho. Tatuaggio

Tatuaggio

Manuel Vazquez Montalban, Carvalho. Tatuaggio. Edizioni Tunuè 2018

“Nessun essere umano indifferente al cibo è degno di fiducia”

Se qualsivoglia trasposizione di romanzo in fumetto è un’impresa improba, lo è ancor di più se ci si cimenta con una delle più celebri opere del noir europeo. Stavolta, però, la sfida accettata da Hernán Migoya e Bartolomé Seguí, rispettivamente alla sceneggiatura e ai disegni, è ampiamente superata. Il romanzo prescelto dello scrittore catalano, a cui dovrebbe seguire una serie di trasposizioni dei libri con protagonista Pepe Carvalho, è Tatuaggio di Manuel Vázquez Montalbán. Il graphic novel edito da Tunué uscirà nelle librerie il 27 settembre.

Il misterioso ritrovamento su una spiaggia di Vilasàr, non lontano da Barcellona, del cadavere di un giovane biondo di bell’aspetto, innesca una complicata indagine il cui unico indizio è la frase marchiata sul corpo della vittima: “Sono nato per rivoluzionare l’inferno”. Si tratta di un verso di Concha Piquer, una delle maggiori interpreti della copla, la canzone folklorica spagnola. Da qui si dipana il filo dell’inchiesta che porterà il detective galego fino in Olanda. Il detective Carvalho, in questa inchiesta, dovrà fare i conti con il suo contraddittorio passato e il suo incerto presente. 

La sceneggiatura di Migoya ha il merito di rendere in maniera vivida la complessità del protagonista: ex comunista, ex agente della CIA, ex letterato; dal carattere cinico e disincantato ma al contempo amante dei piaceri della vita (dalle donne alla gastronomia), il fumetto ci restituisce un grande personaggio della letteratura mondiale in tutta la sua forza, corroborata dal tratto suggestivo di Seguí. 

La gabbia libera ma basata sullo schema a dodici vignette, tipica delle bande dessinée francesi, e i colori morbidi, quasi acquarellati, distanziano il layout dal consueto tratto deciso e chiaroscurale, con il quale siamo abituati a veder rappresentati i fumetti noir e hard-boiled di matrice americana (da Sampayo e Muñoz per arrivare a Miller, per intenderci).

Anteprima Issu

I disegni di Seguì danno la giusta nota retrò alla trasposizione di un romanzo ambientato nella Barcellona degli anni ’70, ritratta con inquadrature strette, a volte persino morbose, che ben rendono il clima soffocato dal regime franchista, a cui fa da contraltare l’Olanda liberale, persino hippie, della rivoluzione culturale e delle droghe psichedeliche. Dando seguito alla vena civile di Montalbán, gli autori ci restituiscono un ritratto fedele dell’Europa del secolo scorso, attraversata da rivolgimenti politici e tensioni sociali, dai traffici di droga alla speculazione edilizia. Una Barcellona pre-olimpiadi del ’92, molto diversa dalla cartolina pittoresca a cui i viaggi low-cost del nuovo millennio ci hanno abituato.

Qui le Ramblas e la costa catalana sono percorsi da un’umanità derelitta ma mai sconfitta, su cui spiccano i personaggi comprimari come Charo, la prostituta e “fidanzata” dell’infedele Carvalho, e “Bromuro”, lo sciuscià informatore  ossessionato dai complotti del governo (il suo soprannome deriva dal sospetto che Caudillo e camerati mettano dell’anestetico negli acquedotti per sedare la popolazione). 

Infine un’ultima chicca: il volto di Carvalho è ricalcato su quello dell’attore Ben Gazzara, noto nel nostro Paese, tra l’altro, per aver interpretato Raffaele Cutolo ne Il camorrista di Giuseppe Tornatore e indicato dallo stesso Monatalbán come ispirazione figurativa per il suo detctive/filosofo e viveur.

Giancarlo Marino

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2018/09/25/carvalho-tatuaggio/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email

Tags: , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • #Repost @s_tribuzio with @get_repost・・・Di domenica si lavora pure colpiti dall'influenza.Il risultato sarà online per gli amici di @unabandadicefali: sul sito leggerete la recensione di Aquatlantic del maestro Carpinteri. Dopo trent'anni torna a raccontare una storia a fumetti e con la solita potenza grafica vista negli anni del collettivo artistico Valvoline!
    • Un nuovo #streetcefalo panoramico #unabandadicefali #stickers #igerslondon #westminsterabbey
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy