Cefalonia

Published on ottobre 28th, 2018 | by Una banda di cefali

0

Consigli cefali per Lucca

È arrivato Lucca Comics e questi sono i nostri consigli per i fortunati che potranno andarci.

Manifesto personalizzato cefalo di LRNZ

Add editore

Hamid Sulaiman – Freedom Hospital (2018): Un graphic novel intenso e toccante che riesce a farci capire una guerra anche se non possiamo sentirne l’odore.

Sean Suang – I miei anni ’80 a Taiwan (2018): Tanta malinconia anni 80 direttamente dal Taiwan! Un fumetto suggestivo ed emozionante!

Consigli cefali per Lucca

Bao Publishing

Daniel Cuello – Guardati dal beluga magico (2018): Perché noi vogliamo bene a Daniel Cuello e non smetteremo mai di ripeterlo.

Elisa Macellari – Papaya Salad (2018): Un lavoro maturo e completo sia dal punto di vista narrativo che da quello grafico, una storia a cavallo tra l’Oriente e l’Europa, delicata e succosa, che narra di radici, famiglia, amore, guerra, ricerca di sé e che dà al lettore una grandissima lezione, perché “a volte non si capisce bene in che direzione andranno i venti, ma c’è sempre una buona ragione per viaggiare”.

Maicol&Mirco – Gli Scarabocchi di Maicol&Mirco: ARGH! (2018): il primo numero della collana dedicata ai dissacranti scarabocchi di Maicol&Mirco, una delle voci più interessanti e controcorrente del fumetto italiano. A un prezzo piccolo piccolo.

Scott McCloud – Capire, fare e reinventare il Fumetto (2018): McCloud è considerato il massimo teorico della Nona arte. In questa edizione la Bao raccoglie i suoi tre saggi a fumetti: di lettura veloce e di facile comprensione, consigliato a tutti quelli che vogliono avvicinarsi o vogliono approfondire il linguaggio fumetto.

ZeroCalcare – Macerie prime e Macerie prime Sei mesi dopo (2017-18) – La summa, forse, del lavoro di questo fumettista ormai iconico. Se avete amato questi due fumetti, o se non li possedete e vorreste leggerli, approfittate dell’edizione speciale in cofanetto che sarà presentata a Lucca.

Cyril Pedrosa – L’età dell’oro (2018) – Diciamocelo: Pedrosa è un’istituzione, non si può tornare da Lucca senza avere tra e mani uno dei suoi capolavori!

Consigli cefali per Lucca

Beccogiallo

Manuela Santoni – Le sorelle Brontë (2018) – Se vi è piaciuta la biografia di Jane Austen curata dalla stessa autrice, date un’ occhiata al suo nuovo lavoro che ha per protagoniste le tre sorelle scrittrici vissute in epoca vittoriana.

Canicola

Paolo Bacilieri – Tramezzino (2018): una dichiarazione d’amore a Milano e alla sua architettura.

Ruppert&Mulot – Famiglia reale (2018): Ruppert&Mulot tornano in Italia con una storia su nobiltà, ricchezza e potere, adottando un punto di vista critico e cinico, con uno stile grafico meraviglioso. Un ritorno da non perdere.

Cristina Portolano – Io sono mare (2018): una lettura per formare adesso i lettori di domani.

Consigli cefali per Lucca

Coconino Press

Vitt Moretta – Il tramonto del Sea Breeze (2018): Vitt Moretta dice di ispirarsi a Clowes, Ratigher, Hanselmann per il suo esordio a fumetti. Saprà reggere il confronto con questi mostri sacri? Non resta che comprare il libro e scoprirlo.

Gipi – Boschi mai visti: uno scrigno sulla produzione giovanile di Gipi, con la riproposizione di storie pubblicate tra il 1994 e il 2003 più alcuni inediti. E ho detto tutto.

Drnaso Nick – Sabrina (2018): Vincitore del LA Times Book Prize e del Prix Révélation al Festival di Angoulême 2018, questo fumetto promette di essere la consacrazione di un nuovo autore americano. Già lodato dalla critica a stelle e strisce, noi non vediamo l’ora di leggerlo.

Simone Angelini, Marco Taddei – Quattro vecchi di merda: dopo Anubi, Horus e Malloy, Taddei e Angelini raccontano una nuova storia, ambientata in un futuro non troppo lontano e condita sempre dal loro cinico e spregiudicato realismo.

Manuele Fior (2018) – Calendario 2019: Chi lo dice che i fumetti si possono leggere solo in orizzontale? Dodici storie a fumetti, brevi e inedite, una per mese firmate da una delle più felici matite italiane.

Diabolo Edizioni

Marco Galli e AaVV – Materia degenere (2018): un’antologia curata da Marco Galli di cinque giovani autrici (Roberta Joe Muci, Federica Bellomi, Monica Rossi, Elena Pagliani e Fumettibrutti) alle prese con cinque storie diverse.

Consigli cefali per Lucca

Eris Edizioni

Adam Tempesta – Inerzia (2018): il fumetto che aspettavamo dall’uscita di Itero Perpetuo.

Julia Wertz – The Infinite Wait (2018): perché “le mode passano, la passione resta”.

Gustave Doré – Storia della Russia (2018) Un volume composto da più di 500 vignette, un’opera satirica figlia del suo tempo e uno dei più significativi esempi di protofumetto.

E.Antonioni, F. Ruggiero – Non bisogna dare attenzione alle bambine che urlano (2018): Avete voglia di catapultarvi negli anni ’90? se non avete una DeLorean a portata di mano, vi consigliamo di farlo con l’aiuto di questo fumetto delizioso.

Davide Bart Salvemini – Kaleido (2018): si possono fare trip assurdi anche senza drogarsi.

Consigli cefali per Lucca

Feltrinelli Comics

Fabbri, Antonucci, Boscarol – Il timido Anticristo (2018): dall’autoproduzione a Feltrinelli, Daniele Fabbri e Stefano Antonucci tornano con una nuova, dissacrante storia tratta dall’omonimo monologo dell’attore di stand up comedy e disegnata da Boscarol.

Paolo Castaldi – Zlatan (2018): l’autore milanese approda in Feltrinelli e racconta la vita del calciatore più controverso e discusso di sempre. A cinque anni dall’uscita di “Diego Armando Maradona”, stavolta Castaldi si confronta con un altro mito del pantheon calcistico contemporaneo.

NPE

Francois Corteggiani, Sergio Tisselli, Sul sentiero del tramonto (2018): per tutti gli amanti del fumetto d’Oltralpe, ma soprattutto per chi apprezza e ama i disegni WOW, questa nuova uscita NPE fa certamente al caso vostro.

Consigli cefali per Lucca

Noise Press

fubi, Ferracci – Black Knot (2018): Un fumetto disegnato da dio, permettetecelo. Ci siamo già innamorati dei suoi b/n e adesso non vediamo l’ora di leggere anche la sua storia, un noir con elementi paranormali, che promette decisamente bene.

AAVV – Rustle 01(2018): Tre team di autori  si cimentano nel raccontare il sentimento della Paura attraverso l’elaborazione di famose leggende metropolitane. Marco Della verde, Caterina Ferrante, Anna Ferrari, Bjorn Giordano, Giovanni fubi Guida, Paolo Maini, Adriano Turtulici danno vita al primo volume di questa serie. Amanti dell’horror, accorrete!

Oblomov

Andrea Ferraris – La lingua del diavolo (2018): Non si dovrebbe giudicare un libro dalla copertina…ma se l’interno di questo lavoro ha la stessa carica espressiva dell’illustrazione che la presenta, siamo davvero curiosi di poter leggere questo lavoro.

Marino Neri- L’incanto del parcheggio multipiano (2018). Tutto quello che Marino Neri crea è elegante, poetico, onirico e allo stesso tempo legato alla quotidianità. Lasciatevi guidare da questo “giallo metafisico”, alla scoperta di una storia che ci racconta l’umanità dietro l’attualità più brutale.

Sara Colaone, Luca De Santis – Ariston – (2018). A Lucca è stata dedicata anche una mostra all’autrice di questo graphic novel che mette in luce un problema molto attuale, quello dell’emancipazione femminile, pur ambientandolo nell’Italia del Dopoguerra, in tempi, dunque, lontani da quelli odierni.

Progetto Stigma

AkaB, Pablo Cammello e Spugna – Rubens (2018): l’ultimo psichedelico volume di Stigma firmato da 3 nomi incredibili.

Consigli cefali per Lucca

 

Rizzoli Lizard

Ciro Fanelli, Nel bosco del nostro splendore (2018): la storia di un ritorno a casa dopo molti anni trascorsi all’estero. Nulla è cambiato, tutto è cambiato. Un libro in cui molti potranno immedesimarsi.

Shockdom

Lorenzo Palloni, Martoz – Instantly Elsewhere (2018): finalmente è diventato realtà il fumetto che sognavamo da più di un anno.

Consigli cefali per Lucca

Tunué

Jèrèmie Moreau – La Saga di Grimr (2018): Questo fumetto ha conquistato il Fauve d’Or nel 2018 come Miglior Album al Festival di Angoulême..che dite, possiamo considerarla una buona garanzia?

Hernan Miyoga, Bartolomè Seguì – Tatuaggio (2018): Un fumetto che ci restituisce un grande personaggio della letteratura mondiale, Carvalho, in tutta la sua forza, corroborata dal tratto suggestivo di Seguí. 

Paco Roca e Seguridad Social – Il bivio (2018): Paco Roca, bisogna aggiungere altro?

Marco Nucci e Giovanni Nardone – Skull (2018): La cronaca dell’indimenticata sparatoria alla scuola elementare di Sandy Hook.

Consigli cefali per Lucca

 

AUTOPRODUZIONI

Attaccapanni press – Grimorio, Melagrana, Grimorio II (2017-18): Attaccapanni è riuscita in pochi anni a rendersi una delle protagoniste delle varie self area dei festival italiani (qui un’intervista alle autrici). Le loro antologie raccolgono tra i più bravi autori, emergenti o affermati, del panorama italiano. Una visita allo stand è assolutamente consigliata.

Mammaiuto

Lorenzo Palloni – Falene: Il primo numero della nuova Collana Duepunti.
Francesco Frongia – Tetsuo: una storia vista attraverso gli occhi di un cane.

Manticora: Oltre alle spillette del malessere, vi consigliamo di recuperare tutto il recuperabile… ne vale la pena!

BlackBoard Autoproduzioni: Una giovane realtà romana da tenere sotto osservazione; a Lucca presenteranno le loro nuove antologiche Archè e 404 – A Dark Web Story.

Articolo a cura di Carla De Felice, Elettra Bernando, Giorgia Recchia, Simona Di Rosa e Martina Caschera.

Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://www.bandadicefali.it/2018/10/28/consigli-cefali-per-lucca/
Instagram
Twitter
Visit Us
LinkedIn
RSS
Follow by Email

Tags: , ,


About the Author

Amore, ironia e cefalità.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Iscriviti alla nostra Newsletter

    Privacy Policy
  • Seguici su facebook!

  • #unabandadicefali su instagram

    • Lo #streetcefalo ci saluta dal belvedere di #vienna grazie @rosi_1207 ❤️#unabandadicefali #wien #instawien #vienna #austria #österreich #instatravel #instatravelgram
    • #Repost @s_tribuzio with @get_repost・・・Scrivendo di Domino, il nuovo album di @damalikessa, debutto per gli amici di @unabandadicefali (link bio). Domino è un album fotografico in senso stretto, sia perché descrive gli umori della nostra quotidianità, sia perché il packaging contiene un sontuoso libretto con le foto di Jacopo Benassi.L'artista milanese si muove in questo quinto atto con grazia e vena compositiva. Un ritorno tutto da sfogliare.#unabandadicefali
  • Vincitori del premio Radiolibri

    Vincitori del premio Radiolibri
  • BBB (Book Bloggers Blabberling)

    BBB (Book Bloggers Blabberling)
  • Verità per Giulio Regeni

    Verità per Giulio Regeni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy